FINALITA’-OBIETTIVI-CRITERI

 

I giovani hanno una carica vitale immensa. È necessario conciliare le loro straordinarie potenzialità fra i due loro mondi: “ la crescita culturale e l’educazione sportiva”.

Si considera il credo del concetto di P.F. de Cubertin, pedagogista eccezionale e fondatore delle moderne olimpiadi come l’unico fondamento della vita. Ma si può ricordare anche Quintiliano col suo pensiero “mens sana in corpore sano”.

Si richiamano queste due figure sapendo della pigrizia mentale e fisica diffusa tra i giovani a sostegno dei quali subentra lo sport come mezzo efficace.

Lo sport può motivare e conciliare lo studio dei giovani a fronte della preoccupazione delle famiglie.

Il LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIO di Vibo Valentia, perseguendo le leggi statali si pone al centro di questa attività educativa sollecitando, stimolando e fornendo le seguenti finalità:

*      Disporre per i giovani che praticano lo sport e lo vogliono fare un sistema educativo e formativo al fine di conseguire il titolo di studio. Lo sport si pratica a livello amatoriale o agonistico e ciò non condiziona le legittime aspirazioni, ma valorizza le abilità atletiche e le pratiche dello studio.

*      Promuovere la pratica sportiva come supporto educativo al fine di attrarre e coinvolgere i giovani verso l’istruzione e l’apprendimento sviluppando talenti e competenze.

*      Attraverso le regole ed i regolamenti sportivi stimolare nei giovani i principi dell’autodisciplina, la stima ed i valori fondamentali.

*      Promuovere ciò che fortifica le loro capacità, le abilità e le competenze nel superamento dei limiti per le oggettive difficoltà che si presentano anche attraverso lo sport, affrontando sacrifici.

Lo scopo dell’istituzione del LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIO è quello di accogliere tutti i giovani, con i loro limiti e le loro esperienze maturate nell’ambiente socio-familiare ora semplice, ora complesso e nel percorso scolastico della scuola di provenienza.

Il LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIOsvolge un programma di formazione culturale , civile e sociale non indifferente , sostituendosi alla scuola pubblica.

Vuole utilizzare lo sport quale supporto educativo perché conosce i parametri con i quali si può incidere nel tessuto giovanile vibonese.

Pertanto si prefigge di promuovere e accompagnare i giovani nel loro percorso formativo attraverso un’attività didattica incisiva che non tralascia spazi inefficaci.

Il LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIOaffronta i compitiin modo istituzionale attraverso una pratica quotidiana e con opportune strategie.

Pone davanti a sé le competenze, la formazione e l’orientamento. Con le prime percorre la strada del saper e del saper fare;  con la seconda fa raggiungere il ruolo di cittadini responsabili; col terzo mettere in grado di saper compiere scelte consapevoli.

La didattica alla base di tutto  costruisce modelli unici attraverso il favorire l’agiatezza ad apprendere per qualsiasi sviluppo.

Altre direttrici di sviluppo integrale dello studente sono : l’educazione sociale e civile e l’integrazione con il territorio.

 Il LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIO non trasmette solo sapere ma estende l’ opera e l’attività promuovendo regole per il raggiungimento pieno dell’educazione sociale e civile facendo garantire il rispetto dei diritti e dei doveri della comunità e dei singoli e attraverso l’incoraggiamento alla partecipazione della democrazia scolastica. In questa visione fa prendere atto delle forme di solidarietà, fa interagire la comunicazione all’interno degli ambiti scolastici e tra questi ed il mondo esterno ed aziendale, promuovere il pluralismo culturale contro ogni forma di integralismo e contro i pregiudizi che potrebbero sfociare in bullismo, razzismo e ogni forma di intolleranza .

Dunque, l’integrazione con il territorio e, pertanto, l’inserimento dei giovani nella società in vista della progettazione autonoma con l’obiettivo di salvaguardare il loro futuro nel mondo del lavoro.

Non trascura nel suo programma nessuna occasione utile agli studenti per relazionarsi col mondo esterno.

Propone, pertanto:

·         Animazione costante di attività varie; riferimenti costanti di agenzia educativa permanente per insegnare a vivere attivamente con il territorio alla luce dei valori dei nostri padri che hanno fatto grande la nostra terra e coniugandosi a contesti più ampi.

·         Iniziative culturali in un rapporto simbiotico con gli Enti locali, l’Università e le altre istituzioni attraverso progetti finalizzati.

·         Riferimento costante di agenzia educativa permanente. Gli studenti saranno posti in un’attività costante di alternanza scuola – lavoro con tutte le strutture presenti sul territorio: economiche, produttive, sociali, sportive, scientifiche. Saranno avviate esperienze formative attraverso scambi culturali con i paesi comunitari e viaggi d’istruzione. Sarà dato grande spazio a manifestazioni sportive provinciali, regionali, nazionali ed internazionali, in sintonia con il protocollo d’intesa col CONI di Vibo Valentia via Protetti n. 25 e con tutte le FSN provinciali, regionali e nazionali presenti sul territorio e sviluppati progetti educativi europei.

la proposta educativa del LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIO è integrata unicamente con le discipline sportive la cui pratica sarà interscambiabile con l’apporto delle società sportive, enti di promozione sportiva, sport di base al fine di promuovere l’agonismo, la partecipazione a manifestazioni sportive in un quadro di alti valori sociali che puntano alla convivenza e alla socializzazione più ampia come vogliono i dettami del Comitato Olimpico Internazionale.

 

 

CONTRATTO EDUCATIVO

 

Il LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIOimposta il piano formativo seguente per stigmatizzare i rapporti tra docenti, studenti, famiglie, CONI, Enti di promozione sportiva e società sportive ritenendo il documento d’importanza unica ai fini della realizzazione stessa di tutto l’impianto.

 

DOCENTI

1.       Pur applicando le norme istituzionali e la libertà d’insegnamento, adeguano il loro insegnamento al tessuto scolastico dell’utenza favorendone l’ apprendimento e adattando modi, tempi, ritmi di svolgimento delle attività in modo da sollecitare interesse costante e, quindi partecipazione.

2.       Si attestano su un a seria valutazione, senza effetti d’alone, circa le competenze acquisite dagli allievi al fine di eliminare atteggiamenti di rifiuto dello studio da parte degli studenti stessi.

3.       Rimuovono eventuali situazioni di disagio e di difficoltà che portano alla morte della scuola

4.       Applicano strategie di recupero e di sostegno pedagogico,psico- pedagogico, metodologico, didattico e cognitivo.

5.       Approfondiscono il proprio bagaglio di conoscenze,di competenze teoriche, operative, sociali per meglio predisporsi verso gli studenti in un aggiornamento costante.

6.       Stabiliscono propri percorsi didattici secondo modalità fondate su precipue finalità pedagogiche , metodologiche e didattiche.

7.       Favoriscono lo sviluppo delle competenze degli allievi.

8.       Si fanno carica di una adeguata programmazione collegiale che serve proprio a sviluppare e valutare quelle competenze stesse degli studenti.

9.       Agiscono per il potenziamento, dunque e la valorizzazione di situazioni di rendimento scolastico anche per  presenza di studenti lodevoli.

 

STUDENTI

Pur prescindendo da quanto previsto dallo statuto “Studentesse e studenti”( DPR n. 249 del 24/06/1998) gli studenti :

a)      Hanno il diritto del rispetto e della valorizzazione dell’identità di ciascuno attraverso la formazione culturale e professionale.

b)     Devono vivere in ambienti salubri e sicuri.

c)      Devono fruire di attrezzature e sussidi didattici adeguati alle varie esigenze didattico- educative.

d)     Si devono impegnare al rispetto ed alla cura delle attrezzature messe a disposizione.

e)      Presentano proposte finalizzate al miglioramento della qualità del servizio scolastico intervenendo attivamente e responsabilmente nella vita della scuola.

f)       Devono frequentare regolarmente per offrire piena collaborazione all’azione educativa a loro rivolta.

g)      Devono partecipare alle lezioni proficuamente e porre l’impegno nell’attività di studio personale.

h)     Devono mostrare disponibilità alle verifiche e alle valutazioni durante il loro percorso formativo. Le stesse devono mirare all’attuazione di un processo di autovalutazione ai fini del miglioramento del loro rendimento.

i)       Vivono le varie attività: culturali, sportive, ricreative, gli eventi interscolastici ed extra perché sono a supporto della loro formazione.

j)       Devono tenere comportamenti e atteggiamenti corretti e coerenti con i principi e le regole della vita della scuola

k)     Devono intendere la scuola come luogo di formazione assoluta nell’ambito dei valori democratici

l)       Devono essere rispettosi della libertà di espressione, di coscienza e religione verso tutti i componenti della comunità scolastica.

 

GENITORI

L’educazione è svolgimento di attività complessa, integrata, unica e polivalente.

Si è consapevoli che, pertanto, la sinergia scuola-famiglia può contribuire al corretto inserimento socio-culturale dei giovani nella vita del paese e quindi i genitori coinvolti:

o   Devono partecipare responsabilmente , fattivamente, concretamente alla vita della scuola. Devono svolgere un dialogo costruttivo con tutte le sue componenti e soprattutto alla partecipazione degli organi collegiali previsti( DD416/417/418/419 D:P:R: 1974)

o   Saranno informati costantemente sulle norme che regolano la vita della scuola.

o   Saranno informati periodicamente sull’andamento didattico- metodologico -valutativo e sul rendimento dei loro figli.

o   Devono concordare con la scuola procedure, strategie e tempi degli interventi di recupero e sostegno.

o   Seguono la regolare frequenza delle lezioni dei loro figli, accogliendo anche tutte le comunicazioni, scritte ed orali, mandate dalla scuola.

o   Collaborano alla programmazione e realizzazione delle varie attività culturali, sportive e ricreative, pianificate a supporto della formazione dei loro figli.

 

 

SOCIETA’ SPORTIVE – CONI – ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA

Il percorso formativo, culturale, fisico – atletico dei giovani studenti tesserati, nel grande processo sportivo, è integrato efficacemente dalla presenza delle società sportive, dal CONI, dagli enti di promozione sportiva . pertanto essi:

1.       Migliorano la definizione della personalità degli alunni contribuendo all’apporto di bisogni, risorse relazionando all’uopo con i consigli di classe.

2.       Propongono la partecipazione a manifestazioni sportive ( campus, giochi della gioventù, campionati studenteschi, giornata nazionale dello sport).

3.       Realizzano attività didattiche extracurriculari, corsi di aggiornamento e di perfezionamento, scambi sportivi con l’estero ecc…

4.       Propongono contenuti sportivi in merito alla programmazione

 

L’ISTITUTO- SCUOLA

Il Liceo scientifico- sportivo “LICEO SCIENTIFICO SPORTIVO PARITARIOregola, attraverso il contratto educativo con le famiglie, docenti, alunni, società sportive, tutti i rapporti, ma in particolare si concretizza come segue:

v  Assicura la continuità didattica del proprio personale docente, abilitato alla funzione dell’insegnamento

v  Assicura ai docenti sussidi, attrezzature, strumentazione al fine di assicurare il contributo per il raggiungimento dei livelli qualitativi previsti.

v  La scuola favorisce, tenendo presente le linee guida ministeriali e comunitarie, le occasioni di aggiornamento metodologico e di insegnamento dei docenti.

v  Garantisce ai fruitori la partecipazione attiva e responsabile alla vita della scuola attraverso il dialogo costruttivo tra le varie componenti scolastiche.

v  Assicura la disponibilità di ambienti di studio e di pratica delle attività sportive salutari e sicuri

v  Favorisce l’accesso ai nuovi linguaggi con particolare riferimento a quelli informatici e multimediali.

v  Garantisce offerte di studio aggiuntive ed integrative di valore qualificante per la crescita culturale e civile dei soggetti.

v  Istituisce corsi di recupero e sostegno per rimuovere eventuali ostacoli o difficoltà individuali, collettive che si presentano durante il percorso educativo- formativo

v  Svolge un piano individualizzato o di gruppo per gli allievi che si dovessero assentare per impegni sportivi.

v  La scuola coinvolge i genitori alla vita scolastica in modo attivo, concreto, responsabile in un costante dialogo in riferimento agli organi collegiali.

v  Si preoccupa di stabilire le prerogative essenziali di comunicazione circa l’andamento didattico degli studenti ai genitori

v  Si preoccupa di collaborare e avviare un canale privilegiato con le società sportive , enti di promozione sportiva, CONI per finalizzare le migliori risorse verso la formazione completa ed integrale degli alunni – atleti.

v  La scuola discute all’interno degli organi collegiali ogni proposta dei docenti, alunni, genitori società sportive mirante al miglioramento della vita scolastica degli studenti.

News

La scuola italiana per expo 2015" - Linee d'indirizzo

Febbraio 11, 2013

Invito al mondo della Scuola alla predisposizione e proposizione di percorsi,

Aperte le iscrizioni ai corsi

Febbraio 11, 2013

Sono aperte le iscrizioni per formare le nuove classi del Liceo Scientifico Sportivo,

Twitter Scuola